Corso di formazione professionale di Addetto di Pronto Soccorso


Art. 18 e 45 D.Lgs. 81/08 e smi;  agg. Luglio 2018 D.M. 388/03. Accordo Stato – Regioni del 21/12/2011 e del 07/07/2016.

Vuoi essere contattato?


Compila e sarai richiamato da un operatore.

* Utilizzando questo modulo accetti la gestione dei tuoi dati (Reg. UE 2016/679 – GDPR).

Il corso di Pronto Soccorso è destinato a tutti i lavoratori nominati quali addetti alla squadra di emergenza.

L’art. 45 comma 1 del D. Lgs. 81/08 impone che il datore di lavoro, considerando la natura della attività e le dimensioni dell’azienda o della unità produttiva, sentito il medico competente, ove nominato, prenda i provvedimenti necessari in materia di primo soccorso e di assistenza medica di emergenza, tenendo conto delle altre eventuali persone presenti sui luoghi di lavoro e stabilendo i necessari rapporti con i servizi esterni, anche per il trasporto dei lavoratori infortunati.

Le caratteristiche minime delle attrezzature di primo soccorso, i requisiti del personale addetto e la sua formazione, individuati in relazione alla natura dell’attività, al numero dei lavoratori occupati ed ai fattori di rischio, sono individuati dal D.M. 15 luglio 2003, n. 388 e s.m.i.

Il personale individuato, formalmente designato ed incaricato, forma una squadra addetta alle emergenze di pronto soccorso. L’obbligo del corso di formazione professionale di addetto di pronto soccorso dei lavoratori in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro si applica a tutte le aziende che abbiano anche un solo lavoratore dipendente o assimilabile, quindi anche ai soci prestatori di lavoro in società, associazioni e cooperative, agli apprendisti, agli assunti con contratto di formazione e lavoro, agli studenti che frequentano laboratori, a chi effettua stage presso un’azienda. L’obbligo del datore di lavoro non si limita alla consegna di un opuscolo illustrativo: il lavoratore deve essere messo in condizioni di capire l’importanza del modo di lavorare in sicurezza per la tutela della propria integrità fisica e di quella dei colleghi.

Ai sensi dell’art. 1 del D.M. 388/03, le aziende vengono classificate in tre gruppi:

  • Gruppo A
  1. Aziende o unità produttive con attività industriali, soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica,[…] centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari, aziende estrattive ed altre attività minerarie […], lavori in sotterraneo […], aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni.
  2. Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro.
  3. Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.
  • Gruppo B
    Aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A.
  • Gruppo C
    Aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

Sempre ai sensi del D.M. 388/03 gli addetti al pronto soccorso sono formati con istruzione teorica e pratica per l’attuazione delle misure di primo intervento interno e per l’attivazione degli interventi di pronto soccorso.

OBBLIGHI E SANZIONI

L’ Addetto al primo soccorso deve essere presente in ogni azienda in numero variabile a seconda delle dimensioni e del numero di lavoratori e  ricevere una formazione per poter ricoprire tale ruolo. In caso di mancata formazione il datore di lavoro potrebbe essere arrestato per 2/4 mesi, oppure pagare una sanzione da €1.200 a €5.200.

A decorrere dal 1° luglio 2018, l’aggiornamento  del Testo unico rivaluta nella misura dell’1,9%, le ammende previste con riferimento alle contravvenzioni in materia di igiene, salute e sicurezza sul lavoro e le sanzioni amministrative pecuniarie previste dal D.Lgs. n.81/08 • Inserito il Decreto Direttoriale INL n. 12 del 6 giugno 2018 – Rivalutazione sanzioni concernenti violazioni in materia di salute e sicurezza.

  • Allertare il sistema di soccorso
  • Riconoscere un’emergenza sanitaria
  • Attuare gli interventi di primo soccorso
  • Conoscere i rischi specifici dell’attività svolta
  • Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro
  • Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro
  • Acquisire capacità di intervento pratico
  • Attestato: al termine del percorso formativo verrà rilasciato il relativo attestato di frequenza al corso di formazione di Primo Soccorso che certifica l’idoneità riscontrata.
  • Durata complessiva: in base alla tipologia delle attività ed al gruppo di appartenenza come previsto dalla normativa (12 o 16 ore)  + verifica finale che prevede anche la verifica pratica.
  • Durata aggiornamenti:
    – Gruppo A: gli addetti al primo soccorso di aziende appartenenti al gruppo A dovranno frequentare corsi di formazione di durata pari a 16 ore con aggiornamenti, a cadenza triennale, della sola parte pratica (6 ore).
    – Gruppo B e C: gli addetti al primo soccorso di aziende appartenenti ai gruppi B e C dovranno frequentare corsi di formazione di durata pari a 12 ore con aggiornamenti, a cadenza triennale, della sola parte pratica (4 ore).
Corsi collegati Sicurezza sul lavoro

Informazioni


* I centralini sono attivi dal lunedì al venerdì:

– Casoria dalle ore 9.00 / 19.30
– Napoli dalle ore 9.00 / 19.00
– Le attività didattiche ore 8.00 / 20.00

Formazione a distanza (F.a.d.)


Assofram offre la possibilità di seguire i propri corsi on-line, per accedere alla F.a.d. è obbligatoria la registrazione presso la segreteria. * Valido anche per concorsi pubblici.

× Hai bisogno di informazioni?